POLVERE DI STELLE

 

 

Appena fa buio non c’è più nessuno.

Le strade si colorano di finzione e chimica.

La notte diventa il regno animale di creature appese alle narici.

Ho smesso di essere un animale notturno

da quando la notte si è riempita di animali.

Mi manca il ritmo sincopato delle stelle

che affittavano una stanza nel cielo delle strade.

Mi manca la notte come io manco a lei.

La mattina appena fa giorno mi sveglio e spolvero il mio sguardo.

Mi manca la notte.

Manca la notte.

vcc

Annunci
di Vincenzo Costantino

Un commento su “POLVERE DI STELLE

  1. E le notti soffrono la nostalgia dei loro poeti. Povere stelle, costrette a tapparsi le orecchie per non sentire le parole comode scritte in altrettanto comodi orari da sedicenti scrittori…
    Siete rimasti in pochi ed è difficile trovarvi. B e l l i s s i m a.

Scrivimi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...